Coltivazioni

- Il circolo virtuoso del ciclo chiuso in agricoltura -

4

1

3

Da luglio a settembre nei prati si sfalcia e si fa il fieno

Il foraggio viene portato nel fienile e qui conservato per l'inverno

Durante l'inverno le pecore e gli asini lo consumano producendo letame per le coltivazioni dell'anno successivo

2

In primavera il concime viene sparso nei campi per ottenere poi i nostri prodotti ed il nuovo fieno negli anni successivi

 

Nella nostra azienda il primo degli intenti è ottenere prodotti che siano sani ma anche sostenibili. Per questo il raggiungimento dell'autosufficienza nel ciclo produttivo rappresenta un imprescindibile vincolo nelle proporzioni.

Ad un determinato numero di prati e di pascoli corrisponde un determinato numero di capi allevati e da questi anche la superficie a coltivo. Inoltre si evita che specie infestanti non autoctone si insedino provenendo da concime acquistato altrove, e si evita di consegnuenza di alterare il delicato equilibrio che governa la vita di prati e pascoli

L'azienda è certificata biologica dal CCPB di Bologna - Ente certificatore IT 009. Ciò significa che ogni anno vengono svolti controlli da ispettori esterni che garantiscono il regime in cui la nostra agricoltura è condotta. La scelta di questo tipo di agricoltura è indirizzata anzitutto tutelare la terra che abbiamo ricevuto dalle generazioni che ci hanno preceduto e che lasceremo alle generazioni future. Assieme al futuro il regime biologico vigila anche sul presente: coltivare senza inquinare il terreno e l'ambiente ci garantisce anche di non correre rischi per la nostra salute di consumatori oggi.

Azienda agricola Anna Arneodo, B.ta Marquion 8/a Santo Lucio de Coumboscuro, 12020 Monterosso Grana (CN) - ITALIA
C.F. RNDNNA60P70D205E
P.IVA 02785270048